GLI EFFETTI SPECIALI

elemento grafico blu per il titolo degli effetti speciali
elemento grafico rosso per il titolo degli effetti speciali

Dennis Muren

Ti trovi nella sezione “I protagonisti dell’effetto speciale”

PRENOTALO ORA!

PRENOTALO ORA!

PROMOZIONE

PRENOTALO ORA!

PRENOTALO ORA!

PROMOZIONE

Banner per libro Storia degli effetti speciali - dai fratelli Meliès ad Avatar - Nicola Pesce Editore
Banner del libro “Storia degli effetti speciali” - Giovanni Toro

D

‍ennis ‍Murennasce ‍a ‍Glendale, ‍in ‍California, ‍nel ‍1946, ‍e ‍sviluppa ‍la ‍sua ‍passione ‍per ‍il ‍film-making ‍e ‍gli ‍effetti ‍speciali ‍già ‍da ‍giovanissimo.  Studia ‍materie ‍aziendali ‍presso ‍il ‍Pasadena ‍City ‍College ‍e ‍nello ‍stesso ‍tempo ‍realizza ‍un ‍cortometraggio ‍di ‍fantascienza ‍in ‍16mm ‍che ‍verrà ‍poi ‍distribuito ‍dalla ‍Tonylyn, ‍una ‍casa ‍di ‍distribuzione ‍indipendente ‍americana. ‍Il ‍titolo ‍del ‍corto ‍è ‍Equinox ‍e ‍viene ‍realizzato ‍con ‍una ‍cifra ‍orientativa ‍di ‍6500 ‍dollari. ‍Il ‍cortometraggio ‍è ‍così ‍interessante ‍che ‍la ‍Tonylyn ‍decide ‍di ‍trasformarlo ‍in ‍una ‍versione ‍da ‍35mm ‍da ‍distribuire ‍nelle ‍sale ‍e ‍chiede ‍l’aggiunta ‍di ‍altre ‍sequenze ‍per ‍portalo ‍ad ‍una ‍durata ‍più ‍compatibile ‍con ‍gli ‍standard ‍del ‍grande ‍schermo. ‍Dennis ‍raccoglie ‍così ‍dei ‍soldi ‍grazie ‍all’aiuto ‍di ‍alcuni ‍suoi ‍amici ‍e ‍realizza ‍le ‍scene ‍aggiuntive, ‍spendendo ‍in ‍totale ‍la ‍somma ‍di ‍8000 ‍dollari. ‍Il ‍film ‍recupererà ‍le ‍somme ‍spese ‍diventando ‍di ‍fatto ‍un ‍piccolo ‍cult. ‍

Un frame del film di Dennis Muren, Equinox
Il poster del cortometraggio Equinox

In alto un frame tratto dal film.

In basso il poster di EQUINOX

Il logo della Tonylyn così come appare tra il 1980 e il 1991

Il logo della Tonylyn così come appare tra il 1980 e il 1991

Dennis ha scritto e diretto il film ma il suo coinvolgimento maggiore è stato nella realizzazione degli effetti, suo maggior campo d’interesse. Continua quindi a sperimentare ancora e questa sua passione lo porta a fare dei piccoli lavori part-time in televisione occupandosi sempre di effetti speciali. 

Dopo il diploma, decide di cercare lavoro in questo campo ma non è così facile da trovare e riuscirà solo a coltivare delle collaborazioni saltuarie, soprattutto con la Cascade Pictures, una società che lavora nel campo della pubblicità televisiva. 

La svolta arriva però quando George Lucas decide di realizzare Star Wars e mettere in piedi un gruppo di artisti che poi fonderà la futura  ILM (Industrial, Light & Magic)

Star Wars, il poster originale

Il poster esteso di STAR WARS

Dennis racconta che seppe della realizzazione di questo film grazie ad un passa parola: cercavano gente da assumere per un film “abbastanza impegnativo” (Star Wars) e così Dennis fece di tutto per risalire alla fonte e saperne di più. Dopo aver preso contatto con un gruppo di persone, fu ricevuto da John Dykstra (supervisore agli effetti ) e da Richard Edlund (1° cameraman in miniature ed effetti ottici) che gli chiesero cosa sapesse fare. In quel periodo Dykstra e soci non avevano ancora iniziato le riprese della pellicola e si stavano occupando solo di realizzare i modelli del film presso Van Nuys, in California

Dennis si vedeva come uno che poteva fare un po’ di tutto ma visto che dall’incontro era emersa l’esigenza di occupare un posto come operatore degli effetti speciali, decise di proporsi per occupare proprio quella posizione e dopo aver fatto vedere alcuni dei suoi lavori, i due lo ingaggiarono Inizialmente fu incaricato di fare alcuni camera-test sulla nuova cinepresa che stavano costruendo (la Dykstraflex) per capire se tutto funzionasse al meglio fece quindi delle prove con le ottiche e con l’illuminazione. 

Muren davanti al modello della Death Star (la Morte Nera)

Muren davanti al modello della Death Star (la Morte Nera)

Nella Hollywood Walk of Fame insieme a Lucas e Cameron

‍Dennis ‍Muren ‍è ‍al ‍momento ‍l’unico ‍artista ‍e ‍specialista ‍di ‍effetti ‍speciali ‍ad ‍essere ‍stato ‍inserito ‍nella ‍Hollywood ‍Walk ‍of ‍Fame ‍(al ‍centro ‍Dennis ‍Muren, ‍a ‍sinistra ‍James ‍Cameron ‍e ‍a ‍destra ‍George ‍Lucas).

La costruzione del nuovo dispositivo stava richiedendo molto tempo e assemblarla fu più complesso del previsto perché si stava realizzando una camera innovativa che era controllata da un computer e da 11 motori che potevano farla oscillare a destra e a sinistra e salire su e giù. Nell’attesa quindi di poterci lavorare, a Muren gli fu dato anche l’incarico di riprendere alcuni modelli in miniatura per vedere i risultati in pellicola e trovare delle possibili soluzioni sulla loro messa in scena. Si ritrovò così a lavorare nel reparto di ripresa per le miniature ed effetti ottici e sarà accreditato nel film come 2° cameraman. 

Inizia così la sua carriera e i suoi primi passi nell’universo degli effetti speciali, proprio con Star Wars dove imparò i segreti del mestiere, crescendo di pari passo con  i ragazzi di Van Nuys e con quella che poi sarebbe diventata la ILM. 

Il poster di Capitan EO

Il poster di CAPTAIN EO

Da quel momento in poi, dalle sue sapienti mani, passeranno, con molta probabilità, i migliori film con effetti degli anni ’80. Dopo Star Wars partecipa ad Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo (Steven Spielberg, Usa 1978), poi lavora negli effetti di Il drago del lago di fuoco (Dragonslayer), regia di Matthew Robbins (Usa, 1981) e E.T. l'extra-terrestre (Steven Spielberg, Usa 1982). Continua ancora con il terzo episodio (in ordine di tempo) di Star Wars e poi con Indiana Jones e il tempio maledetto sempre di Steven Spielberg (Usa, 1984). Nel 1985 si occupa degli effetti di Captain EO, un film di fantascienza proiettato nel parco a tema della Disney in 3D/4D interpretato da Michael Jackson e diretto da Francis Ford Coppola con la produzione di George Lucas.

Il suo apporto fondamentale però arriva quando i tempi sono maturi per traghettare gli effetti speciali verso quelli digitali, gettando le basi dei futuri effetti con due pellicole che hanno fatto la storia del cinema: Terminator 2: Il giorno del giudizio di James Cameron e Jurassic Park di Steven Spielberg

Aveva già avuto modo di confrontarsi con i primi effetti in CGI (Computer Generated Imagery) con il film Piramide di paura, regia di Barry Levinson (Usa, 1985), dove il cavaliere di una vetrata prende vita come per magia, quindi sapeva già la direzione che avrebbe dovuto percorrere.

In Terminator, Muren contribuì invece a realizzare le scene che vedevano il T-1000 liquefarsi in diverse occasioni, mostrando all’industria cinematografica statunitense gli importanti progressi che la ILM era riuscita a raggiungere.

Uno degli effetti applicati al personaggio del T1000

Uno degli effetti applicati al personaggio del T1000

T1000 un altro effetto applicato al personaggio antagosista del T800

Ancora un altro effetto

Si devono invece a lui i dinosauri digitali di Jurassic Park e la decisione di Spielberg nel non adottare l’animazione in stop-motion perché poco reale rispetto al tema che voleva trattare sul grande schermo.

Una sequenza di Jurassic Park realizzata totalmente in digitale

Una sequenza di Jurassic Park realizzata totalmente in digitale

Molte delle pellicole lavorate da Muren hanno ottenuto parecchi Oscar (e lui con loro). Ottiene infatti l’ambita statuetta come direttore degli effetti e comparto miniature e effetti ottici per L’impero colpisce ancora (di Irvin Kershner, 1980); come supervisore agli effetti per E.T. L’extra-terrestre (Steven Spielberg, 1982); come effetti visivi per Il Ritorno dello Jedi (Richard Marquand, 1983); ancora come supervisore agli effetti per Indiana Jones e il tempio maledetto (Steven Spielberg, 1984), Salto nel buio (Joe Dante, 1987), The Abyss (James Cameron, 1989), Terminator 2: Il giorno del giudizio (James Cameron, 1991) e Jurassic Park (Steven Spielberg, 1993).  


Dennis Muren vive attualmente in California con la moglie Zara, una documentarista britannica,  e la sua famiglia è composta da due figli avuti con la stessa moglie.

PROMOZIONE

PROMOZIONE

Cerca qui altri argomenti che possono interessarti!


APPROFONDISCI I TEMI DELL’ ARTICOLO

CON I PRODOTTI AMAZON E SOSTIENI IL SITO!

JAMES CAMERON

GEORGE LUCAS

STEVEN SPIELBERG

Amazon promo: James Cameron
Amazon promo: George Lucas
Amazon promo: Steven Spielberg

JURASSIC PARK

TERMINATOR

INDIANA JONES

Amazon promo: Jurassic Park
Amazon promo: Terminator
Amazon promo: Indiana Jones

STAR WARS

SALTO NEL BUIO

PIRAMIDE DI PAURA

Amazon promo: Star Wars
Amazon promo: Salto nel buio
Amazon promo: Piramide di paura
Logo "Gli Effetti Speciali" - il logo del sito sugli effetti speciali www.glieffettispeciali.it

Benvenuti su "Gli Effetti Speciali.it”, sito dedicato alle tecniche, alla storia degli effetti speciali, agli artisti e ai personaggi 

che hanno trasformato la narrazione cinematografica e televisiva in qualcosa di magico e immaginifico. Buona navigazione!


Le immagini, i video e le animazioni presenti, sono di proprietà dei rispettivi autori  

o detentori dei diritti e vengono utilizzati solo a fini divulgati e/o didattici.

Il sito “Gli Effetti Speciali” non è un periodico e quindi non rappresenta una pubblicazione con cadenza regolare. 

Tutti i diritti sono riservati. Qualsiasi riproduzione di contenuti o testi è SEVERAMENTE vietata.

Grafica/Web Design/Contenuti: Giovanni Toro - Copyright © 2017-2019

Contattaci | Pagina Facebook | Twitter | Privacy


PROUDLY MADE WITH SPARKLE

Logo Sparkle - il software con il quale è stato realizzato questo sito